Foto

thumbsthumbsthumbsthumbsthumbsthumbs
  • Popular
  • Comments
  • Tag












 

Di seguito riportiamo l'intervista a Luca Vanni dopo l'esordio sfortunato nel MD del Roland Garros, un'intervista che speriamo sia di esempio per tutte le nuove generazioni.

 

"Non mi sono piaciuto, non ero mentalmente pronto a vincere, in campo ero negativo. Non ho servito come al solito, ma se pensi che giochi male per questo motivo allora è finita… Eppure da fondo campo mi accorgevo che Tomic non comandava gli scambi, anzi. Non ci ho creduto, probabilmente ero mentalmente un po’ scarico dopo le qualificazioni in cui ho dovuto sempre lottare alla morte per vincere. Però anche se giocavo per la prima volta un match al meglio dei cinque set, fisicamente mi sentivo pronto.

Certo la differenza tra un future e uno Slam è enorme. Li non hai nulla, qui ti danno tutto… Però io non ci penso, il campo ha le stesse misure, non è che cambia in base all’importanza del torneo. Se ci pensi rischi di montarti la testa e non ottieni nulla.

Non sapevo che sarebbero arrivati i miei genitori, li ho visti questa mattina… Sono venuti anche a Roma e anche lì ho perso al primo turno. Magari a Wimbledon se vengono è meglio che non li vedo… (sorride).

Giocherò a Prostejov è un 125mila dollari, in pratica un piccolo Atp, poi giocherò un challenger sull’erba a Surbiton e Halle prima di Wimbledon. L’erba non la conosco proprio, non ho mai giocato su quella vera".

 

La bella favola del nostro Luca Vanni continua , eravamo rimasti alla stupenda cavalcata del torneo ATP 250 di San Paolo con tanto di finale persa in tre set contro Cuevas, ma giocata come un grande campione.
Da allora wild card, non facile da ottenere, a Marsiglia, convocazione con la squadra di Davis, primo turno vinto contro Tomic nel Master 1000 di  Madrid e di nuovo wild card per il main draw di  Roma e grande gara sul centrale contro Almagro .
Ma il passo che Luca ha compiuto in questa settimana sarà come una pietra miliare nella sua carriera.
LUCONE , battuto Golubev in tre set con il punteggio di 6/4, 3/6, 6/3, è entrato a pieno diritto nel main draw, non di un Challenger qualsiasi, ma bensì del Roland Garros cioè di un torneo del Grande Slam.
Una vittoria stupenda, dal sapore di vendetta, perché il kazako era stato il principale autore della sconfitta dell'Italia in Davis, ma anche di immensa gioia. Già, perché l'alfiere della nostra squadra di A1  in poco + di 15 mesi è passato dall'essere il n.900 al mondo, a disputare primi e secondi turni nei tornei major, con la stessa fame di un ragazzino, pur essendo allo soglia dei 30 anni.
Domani incontrerà di nuovo Tomic che ha già sconfitto recentemente a Madrid . Il TC  sarà come sempre vicino al nostro beniamino tifando per l'ennesimo risultato positivo di questo 2015 grandioso.

LUCA VANNI  - 250 ATP SAN PAOLO (Brasile)

 

 Giovedì 12 Febbraio 2015  !!!!!!!!!!  ..........(60)

 


 

Stasera il nostro Luca Vanni, alfiere della squadra maschile neopromossa nel campionato maschile di A1, ha scritto una pagina storica per se e per il nostro circolo vincendo per la prima volta nella sua carriera un incontro del tabellone principale di un torneo ATP

Dopo aver superato i tre turni del tabellone di qualificazione del torneo ATP di San Paolo in Brasile ($ 444.650 terra) guadagnandosi di diritto un posto sul main draw  , Luca ha avuto un piccolo aiuto dalla buona sorte andando a sostituire la testa di serie n.1 Feliciano Lopez (forfait per infortunio) godendo così di un bye al primo turno .

Poco fa sul Centrale dell'impianto di San Paolo del Brasile LUCA ha affrontato l'Olandese Thiemo De Bakker , classe 1988, n.142 ATP (best ranking 40 nel 2010) che l'altro ieri aveva superato l'argentino Juan Monaco ex top ten nel 2012 ed attuale n.65 ATP.

Il nostro portacolori ha disputato una grande partita uscendo vittorioso dal campo con il risultato di 76(5) 36 63 dopo due ore di gioco guadagnandosi cosi' un posto nei quarti di finale dove affronterà il vincente fra la testa di serie n.7 lo Spagnolo Fernando Verdasco attuale n.31 ATP (n.7 nel 2009) ed il Serbo Dusan Lajovic attuale n.77 ATP (n.57 nel 2014).

Da tutto il circolo un grande applauso alla bravura ed alla tenacia di questo atleta orgoglio di tutti noi in quanto generoso frutto del nostro vivaio .

CONGRATULAZIONI LUCA e grazie di cuore per le emozioni che  ci stai regalando.

 


 

 

                 
 
 
 
 
            GMM        

Iscriviti

Iscriviti subito se vuoi ricevere le news e le offerte in anteprima. I tuoi dati sono riservati. Puoi annullare l’iscrizione in qualsiasi momento.

Dove siamo

loading map...
Click item below to move to